risparmio energetico in azienda
risparmio energetico in azienda

Quando si attivano strategie di risparmio energetico in azienda non è sufficiente informare il personale in merito alle azioni più adatte, per ottenere dei risultati concreti dal momento che questi dipendono in gran parte dalla motivazione e dal contesto culturale in cui l’individuo è inserito.

Tutti noi sappiamo che si può risparmiare energia, adottando comportamenti virtuosi. Se però questo è già complicato in casa, lo è ancora di più in un’azienda, piccola o grande che sia, dove chi vi lavora non pensa certamente a fare attività di risparmio energetico.

A questo proposito sono opportune tre attività, da armonizzare con il resto delle informazioni contenute in questi post, per coinvolgere i vostri colleghi/dipendenti nelle attività di efficienza energetica

Per inciso nel link:

http://www.arpa.veneto.it/energia/htm/risparmio_energetico_in_ufficio.asp    e nel file ivi contenuto:

file:///C:/Users/Luigi/Downloads/Il_risparmio_energetico_in_ufficio.pdf 

si possono vedere quanti campi di applicazione possibili ci sono in un’azienda per risparmiare energia.

In sostanza i tre punti da tenere presenti quando si fa un piano di risparmio energetico in azienda sono:

1)  Quando si pianifica a tavolino una strategia di efficienza energetica in azienda, è necessario fin da subito coinvolgere i collaboratori/dipendenti, informandoli correttamente su questo obiettivo.

2) Poiché non è scontato sapere come utilizzare le tecnologie (per esempio i cronotermostati), è necessario contestualmente all’implementazione delle tecnologie  addestrare le persone.

3)  La condivisione degli obiettivi di risparmio. Per esempio, se la diminuzione del costo della bolletta in 12 mesi è sceso di X, si propone un premio. Magari la diminuzione è stata solo merito delle tecnologie implementate per risparmiare energia. Ma si tratta comunque di motivare in modo semplice le persone e di far loro acquisire buone abitudini. 

Anche perché, per avere un controllo effettivo delle azioni dei dipendenti di un’azienda, è necessario un sistema di monitoraggio, del quale abbiamo parlato negli scorsi post.

Si potrebbe quindi immaginare un piano di bonus da dare ai vostri/colleghi dipendenti, al raggiungimento di determinate quote di risparmio energetico in azienda.

risparmio energetico in azienda 1
risparmio energetico in azienda 1

 

 luigi plos

Di luigi plos

55 anni, con una figlia di 20, ho sempre avuto una grande passione per l’avventura, che ho cercato per molto tempo in alta montagna e, negli ultimi anni, vicino Roma. Fin da ragazzo rimasi infatti sorpreso dalla smisurata quantità di luoghi segreti a due passi da Roma. Così, dopo oltre vent’anni dedicati all’alpinismo e all’escursionismo di buon livello ho cominciato, nel 2011, a perlustrare in modo sistematico il territorio dove vivo (cosa che peraltro avevo sempre fatto), conoscendolo in modo sempre più approfondito. Questa conoscenza si è concretata in circa cinquecento articoli postati su questo blog, in cinque guide escursionistiche e tanto altro. Il tutto sempre inerente i luoghi sconosciuti e straordinari intorno alla capitale e il tutto intervallato da riflessioni su politica, ambiente, clima, energia (il risparmio energetico è l'altra mia occupazione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.