la cascata di Piasciacavallo - foto di Giulio Giuliani (2

Dopo un po’ di tempo torniamo lungo il mio fiume del cuore, il Crèmera.

Da esso, con la scoperta della cascata dell’Inferno che si trova lungo un suo affluente, tutto iniziò diciotto anni fa.

Dopo esserci calati nelle gallerie di Ponte Sodino, possiamo decidere di non cambiarci le pedule e di continuare a scendere lungo via di Baccanello.

Via di Baccanello avrebbe dovuto essere una strada di collegamento tra Formello e la frazione di Le Rughe, il cui completamento, promesso in tutte le campagne elettorali dall’unità d’Italia o giù di lì, avrebbe dovuto evitare il lungo giro che costringe gli automibilisti a percorrere la Cassia Veientana.

 

la cascata di Formello di Piasciacavallo - foto di Giulio Giuliani
la cascata di Formello di Piasciacavallo – foto di Giulio Giuliani

Poco prima del ponte sul fiume, una mulattiera, che diventa in breve una traccia di sentiero e che segue il corso del fiume, ci porta in pochi minuti alla cascata di Formello di Pisciacavallo.

Non è alta, ma è incantevole: in essa il Crèmera, festante, zampilla bambino e forma un laghetto che, se non fosse per l’acqua probabilmente inquinata, sarebbe piacevolmente balneabile.

Fortuna vuole che, oltre al solito scout di Formello, Francesco, ci accompagni nell’esplorazione anche il valente amico fotografo, Giulio, che fissa degnamente  questa stupenda cascata nella memoria della sua Canon.

nella galleria etrusca di Ponte Sodino - a poca distanza dalla cascata di Piasciacavallo
nella galleria etrusca di Ponte Sodino – a poca distanza dalla cascata di Piasciacavallo

Di luigi plos

55 anni, con una figlia di 20, ho sempre avuto una grande passione per l’avventura, che ho cercato per molto tempo in alta montagna e, negli ultimi anni, vicino Roma. Fin da ragazzo rimasi infatti sorpreso dalla smisurata quantità di luoghi segreti a due passi da Roma. Così, dopo oltre vent’anni dedicati all’alpinismo e all’escursionismo di buon livello ho cominciato, nel 2011, a perlustrare in modo sistematico il territorio dove vivo (cosa che peraltro avevo sempre fatto), conoscendolo in modo sempre più approfondito. Questa conoscenza si è concretata in circa cinquecento articoli postati su questo blog, in cinque guide escursionistiche e tanto altro. Il tutto sempre inerente i luoghi sconosciuti e straordinari intorno alla capitale e il tutto intervallato da riflessioni su politica, ambiente, clima, energia (il risparmio energetico è l'altra mia occupazione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.