La cascata della RocchettaLa cascata della Rocchetta

Una cascata grandiosa, che pochi conoscono.

Io stesso, pur appassionato di cascate (già inizio anni ’90 ero andato a caparmi tutte le cascate della Laga, ormai celebri per la loro magnificenza, ma un tempo sconosciute anch’esse), non conoscevo la cascata della Rocchetta.

Devo la sua “scoperta” ad Alberto Marchetti, amico e lucumone massimo di Ciciliano.

E, quindi, il lucumone più vicino alla cascata e suo profondo conoscitore.

E non c’è solo la sua bellezza e l’ambiente selvaggio nel quale la cascata della Rocchetta è immersa.

Essa si trova anche vicino a una serie di luoghi strepitosi come il sito archeologico di Trebula dei Suffenati (visitabile a sette euro a persona) e la Mentorella.

E, per chi è appassionato di ferrate, la Mentorella ci ha ferrata Kircher, la ferrata più vicina a Roma, che oltretutto si dipana in un ambiente da Meteore greche.

C’era un tempo una ferrata ancora più vicina alla capitale, lungo le gole del Farma.

Ma l’hanno dismessa. Sgrunt.

Per trovare le successive ferrate più vicine a Roma, bisogna spostarsi verso Terni e Pioraco e, poi, ci sono quelle famosette del gruppo del Gran Sasso.

Per arrivare alla cascata, dobbiamo lasciare a un certo punto il sentiero che dal Passo della Fortuna porta alla Mentorella.

Dopo circa dieci minuti appare la cascata, raggiungibile con una certa difficoltà, arrampicando un gradino roccioso alto circa due metri e reso viscido dallo scorrimento idrico.

L’acqua, raramente copiosa, scende verticale per circa trenta metri e l’ambiente è grandioso.

E qui siamo in pieno trade off.

Che fare, infatti? Andare quando la cascata della Rocchetta è relativamente asciutta e quindi non si rischia lo scivolone.

Oppure vederla ricolma d’acqua e rischiare di spatasciarsi sulle rocce?

Di luigi plos

58 anni, con una figlia di quasi 23, ho sempre avuto una grande passione per l’avventura, che ho cercato per molto tempo in alta montagna e, negli ultimi anni, vicino Roma. Fin da ragazzo rimasi infatti sorpreso dalla smisurata quantità di luoghi segreti a due passi da Roma. Così, dopo oltre vent’anni dedicati all’alpinismo e all’escursionismo di buon livello ho cominciato, nel 2011, a perlustrare in modo sistematico il territorio dove vivo (cosa che peraltro avevo sempre fatto), conoscendolo in modo sempre più approfondito. Questa conoscenza si è concretata in circa seicento articoli postati su questo blog, in sei guide escursionistiche, oltre 160.000 followers su Facebook e tanto altro. Il tutto sempre inerente i luoghi sconosciuti e straordinari intorno alla capitale e il tutto intervallato da riflessioni su economia, politica, ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Approfitta anche Tu di questo splendida occasione! 

La guida con 90 itinerari misteriosi che ho individuato nei dintorni di Roma; ti faranno venir voglia di esplorarli e di farli esplorare ai tuoi parenti/amici. 

Scarica un’anteprima completamente gratuita della Guida a questo link: https://bit.ly/47MStv2.

Puoi avere con te “L’avventura fa 90” tramite amazon a questo link , oppure leggendo qui https://www.luigiplos.it/come-avere-con-voi-lultima-guida-lavventura-fa-90/, oppure utilizzando il pulsante in basso a destra. E … buone avventure per il 2024! “

× Scopri la prossima escursione!