S. Maria del Piano

 

S. Maria del Piano vs S. Galgano www.eventitoscana.itS. Maria del Piano vs S. Galgano www.eventitoscana.it

S. Maria del Piano vs S. Galgano www.eventitoscana.it

Tutti o quasi conosciamo l’abbazia di S. Galgano. 

S. Galgano emana un fascino straordinario, alimentato dalle fiction e dai film dei quali è stata protagonista.

I suoi ruderi, poi, svettano in un’ansa di quello che è uno dei fiumi più incantevoli e incontaminati della Toscana, il Merse.

S. Maria del Piano 1

S. Maria del Piano 1

Per soprammercato, poi, sulla collina antistante, un’incantevole cappella bicroma conserva la vera spada nella roccia, quella che S. Galgano conficcò in un masso otto secoli fa.

Ebbene; esiste una sorta di S. Galgano a circa quaranta chilometri in linea d’aria dal GRA, che come fascino nulla ha da invidiare.

Certo, manca la spada nella roccia, ma le emozioni che entrambi questi luoghi scatenano, sono diversamente intense.

Parliamo dell’abbazia di S. Maria del Piano.

Come S. Galgano, S. Maria del Piano è immersa nella natura:

nell’ansa del fiume, la prima; su un’altura al margine di un altopiano circondato dai monti Lucretili, la seconda.

Ma è ovviamente la mancanza del tetto a dare, a entrambe, il tocco fantasy.

Fra i circa cento luoghi descritti in questo blog, possiamo trovare qualcosa di simile a S. Maria di Galeria.

S. Maria del Piano 2

S. Maria del Piano 2

Detto ciò, ero in dubbio se annoverare S. Maria del Piano fra i luoghi segreti.

Lo era di certo trent’anni fa, allorché giunsi al suo cospetto in un freddo pomeriggio invernale dopo un’escursione sui monti prospicienti, senza cartelli di sorta che ne indicassero la presenza.

I ruderi apparvero all’improvviso ai miei occhi, con il sole radente che illuminava il campanile, incastonati fra i monti e l’altopiano sottostante.

Tutto ciò produsse un imprinting indissolubile nei confronti di questo luogo.

E ancora oggi, ammetto, il fascino di S. Maria del Piano è rimasto intatto,

anche se dalla bella Orvinio un segnale turistico, sul cammino di S. Benedetto, indica come giungervi.

S. Maria del Piano 5

S. Maria del Piano 5

Aggirandoci fra i ruderi, tutto lascia trasparire la passata potenza dell’abbazia, con le mura perimetrali della chiesa a croce latina ricoperte di piante rampicanti e la slanciata torre campanaria che svetta sull’altopiano.

E poi, ovunque volgiamo lo sguardo, c’è la bellezza.

Chissà che questo, e altri 24 itinerari, non entrino a far parte, un giorno, della quarta guida ai “Luoghi Segreti a due passi da Roma“!

Panorama sull'altopiano

Panorama sull’altopiano

 

Commenta da Facebook