Luoghi segreti a due passi da Roma Lago rosso di Pomezia

 

Luoghi segreti a due passi da roma (3) - Il lago rosso nella cava della solfatara di Pomezia

Luoghi segreti a due passi da roma (3) – Il lago rosso nella cava della solfatara di Pomezia

Lago rosso di Pomezia: luoghi segreti a due passi da Roma (tre)

Chi non ha mai sentito parlare del lago rosso di Tovel in Trentino?

Che però solamente fino agli anni ’60 si tingeva parzialmente di rosso, per via delle alghe particolari che lo colonizzavano. Alghe che si sono estinte (forse, udite udite, perché è diminuito l’inquinamento!), e ora il lago non si arrossa più.

E chi ha mai sentito parlare del lago rosso all’interno della solfatara di Pomezia?

Sicuramente molto pochi!

Bene; esiste un lago parzialmente arrossato per via di particolari sostanze, che occupa il

 particolare del lago rosso della solforata di pomezia


particolare del lago rosso della solforata di pomezia

fondo di una cava gigantesca, che a sua volta è all’interno della località detta solfatara di Pomezia  (fenomeno eccentrico del vulcanismo dei colli albani  – da leggere a questo proposito il primo articolo di questa categoria: il tunnel nella lava dell’Artemisio – a .ca 15 KM dal grande raccordo anulare.  Proprio a due passi da Roma!). Nel parco di Decima Malafede.

lago rosso solforata particolare

lago rosso solforata particolare

E’ situato all’estremità sud della riserva naturale di Decima Malafede  http://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_naturale_di_Decima-Malafede.

Sembra fosse un posto sacro ai Romani. L’accesso è in teoria proibito, essendo una proprietà privata, ed è comunque complesso.

Ed è vicino alla misteriosa grotta del Fauno, di cui parlo in un altro post.

Lasciata la macchina (o ancora meglio lasciata la bici, dopo che si è scesi dal treno alla stazione di Pomezia poco distante) sulla strada che dall’Ardeatina porta verso Pomezia, bisogna attraversare esili lembi di terra in mezzo agli acquitrini, saltare sulle rocce rese gialle dallo zolfo, e salire sulla collina più alta.

Arrivati in cima si apre improvvisamente dall’alto la vista del lago rosso per una parte della sua superficie:

tale visione è emozionante, soprattutto con il sole alto nel cielo. Mai visto, personalmente, nulla di simile.lago rosso pomezia dall'alto

Dopo che dall’alto si è compresa la complessa topografia della zona, si può provare a scendere e a raggiungere la riva arrossata del lago, per vederlo da un’altra angolazione particolarmente scenografica. 

Per inciso ci sono stato recentemente; e il fenomeno dell’arrossamento è molto meno visibile (forse per via delle piogge eccessive di quest’inverno). Ci tornerò il prossimo settembre  per vedere la situazione.

Troverete le informazioni, e le indicazioni per giungere in questo luogo fantastico, nel primo volume “Luoghi segreti a due passi da Roma“.

lago rosso solforata pomezia dall'alto

lago rosso solforata pomezia dall’alto

luigi plos

Commenta da Facebook