Luoghi Segreti e Guide Ambientali Escursionistiche

La mia vita escursionistica, e in particolare alpinistica, iniziò a sedici anni con gli scout (quindi gli anni di “carriera” sono trentotto).

Quando non ero guida, al netto di imprese faticose, pericolose, ma “normali” (vari 4.000 delle Alpi, ferrate niente male in Provenza, in Val di Susa, sulle Dolomiti e tanto altro), raggiunsi l’apice, in particolare dell’incoscienza, con un’avventura singolare: l’ attraversamento del Supramonte in solitaria, nell’agosto del 1993, al tempo del telefono fisso.

Fu un’impresa che avevo sottovalutato e che mi portò a lasciarvi quasi le penne.

Luoghi segreti e guide ambientali escursionistiche - c'è anche la bici

                                                                 Luoghi segreti e guide ambientali escursionistiche – c’è anche la bici

 

Andavo poi spesso con gruppi di amici in escursione, sia intorno a Roma, che sugli Appennini, che sulle Alpi. 

Questa cosa, di organizzare sia escursioni di una giornata che trekking con programmazione di posti tappa ecc. e quindi di gestire gruppi, mi è sempre venuta naturale.

Tanto che nel corso della (prima) vita lavorativa, sono stato capo progetto e area manager, coordinando team di collaboratori e seguendo corsi di gestione dei gruppi, di leadership ecc.

Fra il 2014 e il 2016, sull’onda dell’opera di divulgazione dei luoghi segreti, un gruppo di amici scalmanati e motivati, Marco, Diego, Francesco … mi seguiva e insieme correvamo a infangarci e a ferirci tra i rovi, in cerca dei luoghi più nascosti e insoliti intorno a Roma.

Quando, a inizio 2017, le guide che avevo scritto cominciarono ad avere successo, molti lettori mi chiesero (non lo avevo previsto) di portarli nei luoghi di cui leggevano, ché volevano scoprirli insieme a me, tanto da condurre circa quaranta gruppi in escursione fra marzo 2017 e marzo 2019.

Luoghi segreti e guide ambientali escursionistiche - prima della pioggia

Luoghi segreti e guide ambientali escursionistiche – prima della pioggia

Dovevo, a questo punto, formalizzare le competenze acquisite nel tempo.

il 16 aprile del 2019 venni così “paracadutato” a Capodacqua (frazione di Foligno), in un territorio incantevole e a me ignoto, con una bussola e una cartina topografica dell’area.

Sottopassai il possente castello dei Trinci, gli antichi signori di Foligno, e giunsi in vista dello spettacolare altopiano di Colfiorito, dopo avere percorso quindici chilometri di valli, boschi e alture, traguardando e azimuthando.

A Colfiorito, nell’aula didattica all’interno del centro visite dell’omonimo parco (da andarci assolutamente), dopo aver risposto alle molteplici domande su orientamento, primo soccorso, gestione dei gruppi e altro, postemi dalla commissione esaminatrice della LAGAP (Libera Associazione Guide Ambientali-Escursionistiche Professioniste), diventavo socio LAGAP. 

Luoghi segreti e guide ambientali escursionistiche - dopo la pioggiaLuoghi segreti e guide ambientali escursionistiche - dopo la pioggia

Luoghi segreti e guide ambientali escursionistiche – dopo la pioggia

Detto questo, chi viene in escursione con noi GAE (Guide Ambientali Escursionistiche),

spesso non comprende appieno le nostre competenze e potenzialità.

Io stesso, che adoro muovermi in solitaria, quando vado con un(a) collega, vedo, e apprezzo, cose, delle quali non mi accorgerei, se non mi fossero fatte notare.

Posso così fare nuove connessioni fra ambiente, storia, natura, archeologia e mi capita di riportarle nelle guide e negli articoli che scrivo. 

Le guide ambientali escursionistiche non sono semplici guide, ma svolgono attività di educazione, divulgazione ambientale, dando importanza alla sostenibilità, alla tutela del territorio.

Sono quindi dei partner in progetti di comunicazione e di formazione, prettamente in ambito naturalistico, per aziende, per scuole, per CRAL, per tour operator ecc. con l’emissione di regolari fatture.

Possiamo affermare che le guide ambientali escursionistiche sono intermediari fra le bellezze di Madre Natura e i sensi di chi va con loro in escursione.

 

Luoghi segreti e guide ambientali escursionistiche - dopo la pioggia - fra i luoghi segreti a due passi da Roma

Luoghi segreti e guide ambientali escursionistiche – fra i luoghi segreti a due passi da Roma

 Ah! C’è un’altra nota interessante: ogni GAE è unica.

C’è chi è “easy”, chi è prescrittivo, chi ama dare spiegazioni doviziose, chi stringate.

C’è, poi, chi è considerato il migliore nell’organizzare escursioni con le bici, chi con il kayak, chi con le ciaspole.

Chi è considerato il più esperto in fatto di Etruria, chi in fatto di Castelli Romani, chi … dei luoghi segreti a due passi da Roma…

Così ogni escursionista, ogni gruppo, ogni azienda, ogni scuola …  può scegliersi la GAE o le GAE  che più si confanno, a livello caratteriale, di empatia, di specializzazione e, con esse, provare esperienze, sempre diverse e sempre intense.

Guide Ambientali Escursionistiche - fra i luoghi segreti intorno a Roma - foto di P. Petrignani

Guide Ambientali Escursionistiche – fra i luoghi segreti intorno a Roma – foto di P. Petrignani

 

 

Commenta da Facebook