La recensione del CAI

la recensione del CAI: speleologia e archeologia nel Ponte Coperto

la recensione del CAI: speleologia e archeologia nel Ponte Coperto

Voila la recensione del CAI

 

sulle due guide “Luoghi segreti a due passi da Roma” apparsa sul numero di aprile 2017 di “Montagne 360“.

La rivista mensile del Club Alpino Italiano!

 

 

 

Che Cos’è l’avventura?

Quanto è necessario andare lontano per sco­prire luoghi sconosciuti ed emozio­nanti?

E’ la distanza che determina la qualità della vita?

Sono queste le domande che pone Luigi Plos.

Romano, autore di queste due guide del tutto particolari.

Si. Sappiamo che non esiste più l’Italia bucolica e splendente, che tanto affascinava gli artisti e i letterati dell’ Ottocento. Ne è svanito persino i ricordo, e lo scempio del territorio avvenuto nel secondo dopoguerra a opprime e spesso ci scoraggia.

Ma Plos sembra lanciarci un’anco­ra di salvezza, e ci fa scoprire che a due passi da Roma Capitale, a soli 20 chilometri dal Grande Raccordo Anulare, esistono veri gioielli di wilderness come la meravigliosa cascata del canyon di Ponte Lupo o le Cave di Salone, visibili da migliaia di macchine ogni giorno lungo Ia A24 eppure sconosciute.

I due volumi, pubblicati per ora con Amazon su carta e n ebook

(nda: sono ora disponibili in tutti i posti indicati in in questo link http://www.luigiplos.it/trovare-le-guide/)

sono una sorta d complemento alle gui­de escursionistiche in circolazione, poiché forniscono informazioni su percor­si solitamente tralasciati.

Cinquanta itinerari da percorrere a piedi, in mountain bike, fra amici e con i più piccoli.

Anche perché, si chiede l’autore, «bisogna solo distrarsi, o anche conoscere? In tal casa prima che la civiltà dei Maya o quellaa dei Nabatei o quella degli Anasazi, non vale forse la pena conoscere le antiche civiltà che hanno abitato il nostro territorio?».

recensione del CAI

recensione del CAI

Commenta da Facebook