La caldara di Palidoro

I luoghi segreti a due passi da Roma – 21 – La caldara di Palidoro.

pausa poco prima di iniziare la ricerca del luogo segreto

pausa poco prima di iniziare la ricerca del luogo segreto

 la caldara di Palidoro ribolle.

la caldara di Palidoro ribolle.

Quasi tutti conoscono la caldara di Manziana, il particolare fenomeno di vulcanismo secondario dei monti Sabatini – a poca distanza da Roma.

Quasi nessuno invece conosce un altro posto altrettanto insolito e suggestivo, al limite estremo dei monti Sabatini: la caldara di Palidoro – a soli   14 KM in linea d’aria dal Grande Raccordo Anulare.

Si tratta di un luogo segreto che ha analogie con un altro, di cui abbiamo già scritto: la solfatara di Pomezia.

Per arrivarci – con gli amici Vanessa Stefani, Monica Carcangiu, Domenico Aglioti, Alessandra Cenci e Clemente Sbarigia – abbiamo scelto la bici.

la desolazione regna nella caldara di Palidoro

la desolazione regna nella caldara di Palidoro

Scendendo alla stazione di Vigna di Valle e riprendendo il treno alla stazione di Palidoro-Torre in Pietra.

Ed effettuando così una lunga e piacevolissima discesa verso il mare, inframmezzata dalla ricerca della caldara di Palidoro.

Ecco una succinta descrizione:

lasciate le bici, ci inoltriamo per campi assolati, e troviamo a fatica, e con una discreta fortuna, tracce di sentiero che, “bucando” gli ammassi di vegetazione apparentemente impenetrabili, ci indirizzano verso la caldara.

Intorno il paesaggio è veramente bello: colline verdissime ondulate e filari di rovi che si intrecciano, e che lasciano intuire i ruscelli sottostanti.

La caldara  non è facile da individuare; tuttavia l’odore acre dell’anidride solforosa ci aiuta.

due cinghiali morti a causa delle esalazioni della caldara di Palidoro

due cinghiali morti a causa delle esalazioni della caldara di Palidoro

Arrivati vicini, l’atmosfera si fa irreale. Il terreno diventa improvvisamente biancastro e privo di vegetazione, e si comincia a sentire un gorgoglìo intenso.

Proseguendo verso il piccolo geyser che si vede in lontananza, ci imbattiamo in due cinghiali morti, evidentemente per le esalazioni venefiche; e poco più avanti quasi inciampiamo in una volpe, anch’essa morta soffocata.

E poi la polla in un ribollire continuo con l’acqua, di un colore grigio indefinibile, che fuoriesce a fiotti dalla terra. L’ambiente è inquietante. Restiamo pochi minuti, e torniamo rapidamente e con sollievo a calpestare i sentieri erbosi e a risentire il canto degli uccelli.

l'inquietante caldara di Palidoro

l’inquietante caldara di Palidoro

La caldara di Palidoro, per la sua natura e la difficoltà di accesso, è, fra i luoghi segreti a due passi da Roma, uno dei più segreti.

luigi plos