Il Copywriting. Uno dei fondamenti del turismo sostenibile.

Amici che, anche voi, lavorate nell’escursionismo e nel turismo sostenibile, e che siete tanti, che dite se rivitalizziamo questi settori, appena terminano gli arresti domiciliari?

Il futuro è più imprevedibile che mai, ma è molto probabile che questi settori cresceranno e, noi che vi operiamo, siamo, ora, come su una fionda, pronti per essere lanciati.

C’è un problema.

In un mondo competitivo dobbiamo utilizzare gli strumenti migliori per comunicare correttamente le nostre competenze e i nostri progetti ai clienti.

Per esempio dobbiamo imparare a utilizzare al meglio il Copywriting.

Il Copywriting. Uno dei fondamenti del turismo sostenibile
Il Copywriting. Uno dei fondamenti del turismo sostenibile

Dopo aver visto, nello scorso post, lo Story Telling, un altro strumento è fondamentale per comunicare efficacemente è il copywriting.

Anche questo, come lo Story Telling, va a colpire le emozioni e noi umani, come sapete, siamo ancora animali, siamo usciti praticamente ieri dalle caverne e, senza rendercene conto, le nostre scelte sono quasi sempre prese in modo istintivo, emozionale, come nella preistoria.

“Ok Luigi! Ma come facciamo a emozionare scrivendo? E mica siamo London oppure Dostoevskij!”

Bene. Sappiate che non è così.

Ci sono tecniche consolidate, utilizzate in modo sistematico dalla politica, dai mass media, che anche noi possiamo utilizzare.

Per esempio possiamo inserire nei nostri testi (e nei nostri discorsi) parole particolari, tipo: sangue, figli, libertà, catastrofe, i nostri cari,  tragedia, ti sorprenderà, esclusivo, perché, il costo di un caffè al giorno, il nostro futuro, cosa ti succederà se non farai così …

Copywriting è anche togliere gli interlocutori da uno stato di disagio o di noia, dicendo loro “via da …” (via dall’inquinamento … via da una vita ordinaria);

per condurli in un stato di entusiasmo, di novità, dicendo loro “verso … “ (verso una natura selvaggia … verso avventure stimolanti … )

E, ancora, Copywriting è scegliere lo slogan che ci connota.

Il mio, per esempio, è “L’Avventura a Chilometro Zero”.

Il Copywriting. Uno dei fondamenti del turismo sostenibile  - Un mio articolo sul National Geographic
Il Copywriting. Uno dei fondamenti del turismo sostenibile – Un mio articolo sul National Geographic. Foto di Paolo Petrignani.

Sappi ad ogni modo che approfondiremo questo discorso, Ilaria Canali e io, nel corso del worskshop, indirizzato in particolare alle guide turistiche ed escursionistiche, di cui stiamo preparando la seconda edizione.

In copertina l’articolo di Repubblica dedicato ai Luoghi Segreti a due passi da Roma