I segreti di Castelnuovo di Porto

i segreti di Castelnuovo di Porto - pozzo presso Belmonte

i segreti di Castelnuovo di Porto – pozzo presso Belmonte

Per festeggiare il raggiungimento dei prossimi 13.000 iscritti al gruppo, voila un post inedito!

Ne è passato di tempo, da quando mi avventuravo da solo alla ricerca dei luoghi segreti.

Dal momento in cui questa ricerca, e le relative guide, sono diventate note, vengo sempre più spesso contattato da quelli che chiamo “sentinelle/sensori” del territorio, ovvero da persone che presidiano con passione i luoghi dove abitano, li frequentano assiduamente con una busta per raccogliere i rifiuti in una mano e con un falcetto nell’altra, per riportare alla luce sentieri millenari infrascatasi nel tempo, e per scoprire quindi le straordinarie vestigia dei nostri antenati.

i segreti di Castelnuovo di Porto - le grotte presso Belmonte

i segreti di Castelnuovo di Porto – le grotte presso Belmonte

 

Nelle tre guide sui Luoghi Segreti a due passi da Roma, molto ho scritto in merito a Castelnuovo di Porto, che, in particolare nel versante che affaccia verso il Parco di Veio, ha un territorio selvaggio costellato di mole medievali, cascate imponenti, acque solforose, forre profonde, sorgenti ferruginose, opere idrauliche la cui costruzione si perde nella notte dei tempi. Un territorio che pensavo di conoscere bene.

E così, quando Luigi Perini, la sentinella/sensore n. 1 di Castelnuovo insieme a Marina Gallinelli (come lo sono Francesco a Formello, Diego e Lorenzo a Sacrofano, Pierpaolo a Ceri, Matteo a Nemi, ecc.) mi ha proposto un’escursione per portarmi a conoscere le sue ultime scoperte, sono rimasto un po’ scettico. Cosa ci poteva ancora essere ancora di interessante?

i segreti di Castelnuovo di Porto - specchio d'acqua presso Belmonte

i segreti di Castelnuovo di Porto – specchio d’acqua presso Belmonte

Ad ogni modo una domenica pomeriggio arrivo al parcheggio dell’area picnic di Monte Mariello, a quindici chilometri dal GRA, vengo subito prelevato da Luigi e dall’amico Daniele e portato, a passo veloce, a scendere e rimontare le colline circostanti, in un crescendo di sorprese e in un turbinio di sensazioni.

Dapprima partiamo dalla bellissima mola di Sopra con cascata annessa, e arriviamo all’incastellamento di Belmonte lungo un ripido sentiero, probabilmente utilizzato per congiungere la mola all’abitato sommitale.

Poi, nei pressi di Belmonte, che pensavo di conoscere a dovere, visto che ne ho anche scritto, mi si parano davanti una serie di luoghi straordinari, riscoperti grazie al falcetto e alla pazienza di Luigi: un pozzo senza senso, tipo quello che abbiamo visto qualche giorno fa a Faleria e collegato a un sistema di grotte, di certo abitate per secoli e forse per millenni, dato il colore nero delle volte, provocato dal fumo.

Le grotte sono a picco sulla forra e il sole radente pomeridiano, che entra dai pertugi, le rende magiche.

E poi, ogni pochi metri, una cascata, uno specchio d’acqua perfettamente circolare, una galleria, altre grotte, scanalature lungo il fiume di utilizzo probabilmente agricolo e la duplice cascata della Mola di Mezzo a chiudere degnamente questa sorprendente escursione.

castelnuovo di Porto - solchi lungo il fosso di Costa Frigida

castelnuovo di Porto – solchi lungo il fosso di Costa Frigida

Commenta da Facebook